Il controllo del dolore è spesso un punto fondamentale nella buona riuscita di un intervento; la risposta dolorifica è la normale conseguenza di un trauma ai tessuti. Durante l'anestesia l'animale non può sentire il dolore, ma insorge rapidamente durante il risveglio se non vengono attuate corrette procedure per prevenirlo. Il dolore mette in atto nell'organismo certe risposte chimiche che ritardano la guarigione e che sono pericolose per il benessere e la sopravvivenza dell'animale. Tutto questo viene complicato in veterinaria soprattutto dal fatto che la manifestazione del dolore negli animali non è sempre chiara e palese. Quando soffrono, infatti, gli animali esprimono il loro disagio nei modi più disparati: alcuni vocalizzano, altri non mangiano, altri rimangono immobili, alcuni diventano aggressivi altri ancora depressi.

Presso la nostra clinica si esegue un’attenta valutazione del grado di dolore percepito mediante scale di valori precise in mode da poter attuare la terapia antidolorifica il più possibile precisa e specifica con i farmaci più adatti ed al giusto dosaggio.


I farmaci di prima scelta del preoperatorio e postoperatorio sono gli oppioidi vengono utilizzati altresì farmaci specifici ad uso veterinario per ridurre il dolore, oltre ai comuni FANS e cortisonici. Inoltre, quando possibile, viene utilizzata in associazione l'anestesia locale.

Facebook