Il linfoma, "re" dei tumori nel gatto.

Il linfoma è il processo neoplastico più frequente nel gatto e rappresenta il 50-70% dei tumori ematopoietici felini. La forma gastroenterica è quella più frequente, con incidenza pari al 31% dei linfomi felini.

Prima degli anni '80 e della commercializzazione del vaccino, il virus della leucemia felina ( FeLV) era responsabile del 70% dei casi di linfoma gastroenterico nel gatto. Malgrado la riduzione della diffusione di questo retrovirus, la prevalenza del linfoma è in aumento, questo fa  pensare che il retrovirus non sia il principale imputato.

E caratterizzato da un infiltrazione del tratto gastrointestinale da parte di linfociti neoplastici, con o senza infiltrazione dei linfonodi. I linfomi gastroenterici possono essere così classificati: a gradi cellule blastiche ( elevato grado di malignità, invasione parietale rapida e disseminazione linfonodale) infocitici a piccole cellule ( basso grado di malignità, possono rimanere confinati agli strati superficiali della parete gastrointestinale) a grandi linfociti granulari.

i sintomi possono essere molto specifici o generici e vanno da semplice inappetenza, dimagramento  fino a vomito e diarrea.